Politiche educative

L’analisi e la valutazione delle politiche educative, con attenzione anche alle realtà “oltre confine”. Un luogo di confronto fra gli attori dell’education sui fabbisogni concreti della realtà educativa.

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Le raccomandazioni per l'apprendimento in eta' adulta

Le raccomandazioni per l'apprendimento in eta' adulta

Politiche educative

di Luisa Daniele | del 30/03/2015 | 3

Il Rapporto alla Commissione europea presenta i risultati del progetto: “IT – Implementation of the European Agenda for Adult Learning” conclusosi nell’ottobre 2014. Il progetto è stato finanziato per il 75% dalla EACEA – Agenzia Esecutiva per l’istruzione, Audiovisivi e Cultura, nell’ambito del programma Lifelong Learning, e per il 25% da un cofinanziamento nazionale. Il progetto, affidato all’Is continua..

Pensare, sentire, volere: per una pedagogia della meraviglia

Pensare, sentire, volere: per una pedagogia della meraviglia

Politiche educative

di Raffaele Ciambrone | del 21/03/2015 | 5

Un’azione educativa porta frutti se migliora le persone. Come diceva Gandhi, «la vera educazione è quella che fa divenire mentalmente aperti e moralmente eccellenti». Dall’osservazione delle esperienze scolastiche - a fianco ad esempi egregi e a pratiche di eccellenza - trapela a volte un eccesso di astrattezza che pervade le attività didattiche. Le attività educative, le ‘spiegazioni’, dovrebbero continua..

La Buona Scuola e l’insegnamento della Storia

La Buona Scuola e l’insegnamento della Storia

Politiche educative

di Walter Panciera | del 16/03/2015 | 4

Il 20 febbraio 2015, presso la Biblioteca di Storia moderna e contemporanea di Roma, si è svolto l’incontro L’insegnamento della storia e la scuola di domani: ripensare il curriculum, ridefinire gli obiettivi, organizzato dalla Società italiana per la storia dell’età moderna (SISEM). Non è certo la prima volta che le società scientifiche si occupano di scuola. La SISEM è sempre stata attenta alla continua..

Una scuola meno precaria [parte terza]

Una scuola meno precaria [parte terza]

Politiche educative

di Giuseppe Fiori e Vittoria Gallina | del 12/03/2015 | 3

Le prospettive d’innovazioneCon le attuali assunzioni e con quelle derivanti dai futuri (ma non troppo) concorsi la scuola si confermerà l’impresa italiana che assume il maggior numero di laureati in discipline umanistiche e scientifiche e, poiché l’impegno economico sarà notevole e il personale neo stabilizzato e neo-assunto occuperà le diverse posizioni della scuola per molti anni, questo sarebb continua..

Una scuola meno precaria [parte seconda]

Una scuola meno precaria [parte seconda]

Politiche educative

di Giuseppe Fiori e Vittoria Gallina | del 12/03/2015 | 4

Il nuovo che non avanza La legge finanziaria del 2007, stabilendo nel medesimo quadro legislativo il consolidamento a dieci anni della scolarità obbligatoria e la riorganizzazione dell’Educazione/istruzione/formazione in età adulta a livello territoriale, attraverso reti dedicate, avrebbe potuto mettere in moto un processo positivo, ma gestione burocratica, tagli di spesa, timidezza, scarsa volon continua..

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Gli Speciali

In un unico file il meglio di education 2.0 da scaricare.

pdf

Scarica le raccolte dei nostri articoli piu belli, i commenti piu interessanti, i contributi della community, i saggi.

Testata registrata presso il Tribunale di Milano, registrazione n. 262 del 3 giugno 2009. Copyright 2016 © Rizzoli Libri S.p.A. Sede Legale via Bianca di Savoia, 12 - 20122 Milano - Capitale Sociale € 42.405.000 - Registro Imprese e Codice Fiscale / Partita IVA n. 05877160159 - R.E.A. 1045223 - Soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. | | Per la pubblicità su Education 2.0 scrivi a redazione@educationduepuntozero.it - Gruppo Mondadori | Cookie policy e privacy