Organizzazione della scuola

Le forme nelle quali le scuole si organizzano per modulare tempi e luoghi dell’apprendimento, le incidenze e gli esiti dell’autonomia scolastica, i diversi apporti provenienti dalla realtà territoriale e dalle espressioni della società nel variegato articolarsi dell’offerta formativa.

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Cinque risposte

Cinque risposte

Organizzazione della scuola

di Sergio Bailetti | del 18/06/2015 | 5

1) Come premessa una prima considerazione di scenario. La scuola è oggi l'unica catena di produzione di tipo tayloristico ancora in funzione. Avanzamento standardizzato (per gradi di istruzione), procedure standardizzate (ordini e programmi), lavoratori altissimamente qualificati ma con mono-specializzazione (classi di concorso/abilitazione). Quando un “pezzo” è difettoso, anche solo per una pa continua..

Ruolo dei dirigenti e dei docenti nella scuola dell’autonomia

Ruolo dei dirigenti e dei docenti nella scuola dell’autonomia

Organizzazione della scuola

di Arturo Marcello Allega | del 11/06/2015 | 4

Non bastano soluzioni tecniche: sono soluzioni solo apparenti, se non si pone al centro di ogni cambiamento della scuola la dignità dei suoi protagonisti. Nessun docente che lavori o dirigente che condivide scelte e decisioni ha paura della valutazione, ma sarà decisivo chi sarà chiamato a valutare. Uno studente? Un genitore? Un genitore e uno studente possono essere coinvolti solamente quali part continua..

Cinque risposte... ancora

Cinque risposte... ancora

Organizzazione della scuola

di Giuseppe Strada | del 10/06/2015 | 4

1) La legge Berlinguer introduceva il principio dell’autonomia. “Ubi voluit dixit” disse il Ministro. Cioè “tutto ciò che non è proibito è consentito”. Il limite di questa legge innovativa? Non era specificato con chiarezza il nuovo ruolo del preside. Fu fatto il tentativo di avviare un processo di valutazione. Ma l’insurrezione delle corporazioni sindacali decretò anche la caduta del Ministro. O continua..

Cinque risposte

Cinque risposte

Organizzazione della scuola

di Biancamaria Valeri | del 10/06/2015 | 2

1) Ritiene che la lunga stagione della partecipazione ai processi decisionali nella scuola, che nel 2000, con il DPR n. 275, ha ricevuto un nuovo e determinante impulso con l’autonomia didattica e organizzativa, possa persistere con l’innesto di funzioni monocratiche attribuite al dirigente scolastico? E, in tal caso, quali sono le condizioni migliori per una potenziale “alleanza” dentro la singol continua..

Cinque risposte di getto ...

Cinque risposte di getto ...

Organizzazione della scuola

di Flavio Filini | del 20/05/2015 | 3

1) Ritiene che la lunga stagione della partecipazione ai processi decisionali nella scuola, che nel 2000, con il DPR n. 275, ha ricevuto un nuovo e determinante impulso con l’autonomia didattica e organizzativa, possa persistere con l’innesto di funzioni monocratiche attribuite al dirigente scolastico? E, in tal caso, quali sono le condizioni migliori per una potenziale “alleanza” dentro la singol continua..

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Gli Speciali

In un unico file il meglio di education 2.0 da scaricare.

pdf

Scarica le raccolte dei nostri articoli piu belli, i commenti piu interessanti, i contributi della community, i saggi.

Testata registrata presso il Tribunale di Milano, registrazione n. 262 del 3 giugno 2009. Copyright 2016 © Rizzoli Libri S.p.A. Sede Legale via Bianca di Savoia, 12 - 20122 Milano - Capitale Sociale € 42.405.000 - Registro Imprese e Codice Fiscale / Partita IVA n. 05877160159 - R.E.A. 1045223 - Soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. | | Per la pubblicità su Education 2.0 scrivi a redazione@educationduepuntozero.it - Gruppo Mondadori | Cookie policy e privacy