Organizzazione della scuola

Le forme nelle quali le scuole si organizzano per modulare tempi e luoghi dell’apprendimento, le incidenze e gli esiti dell’autonomia scolastica, i diversi apporti provenienti dalla realtà territoriale e dalle espressioni della società nel variegato articolarsi dell’offerta formativa.

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Mitologia o realtà? Il PTOF nella terra di mezzo fra visione e prassi

Mitologia o realtà? Il PTOF nella terra di mezzo fra visione e prassi

Organizzazione della scuola

di Eleonora Giordani | del 09/02/2016 | 6

Ogni anno, quando nelle lezioni di geografia di seconda media affronto con i miei alunni lo studio della penisola scandinava, salta subito agli occhi l'altissima posizione che i paesi nordici occupano nella classifica stilata in base all'indice ISU. È l'occasione per parlare del welfare e di quali sono le considerazioni che i governanti devono fare per migliorare la qualità della vita dei cittadi continua..

Competizione no, ma comparazione si!

Competizione no, ma comparazione si!

Organizzazione della scuola

di Sergio Bailetti | del 13/01/2016 | 2

Forse per deformazione professionale ho letto la Buona scuola inforcando gli occhiali del cultore di organizzazione scolastica. Allora voglio fare una riflessione sulle problematiche relative al controllo della qualità dell'insegnamento/apprendimento, oggetto, tra l'altro, dell'analisi comparativa del rapporto Ocse "Education at a Glance" 2015. Ho preso a riferimento l'obbligo di istruzione, ma continua..

D.A.D.A. (Didattiche per Ambienti Di Apprendimento): un'innovazione realizzabile

D.A.D.A. (Didattiche per Ambienti Di Apprendimento): un'innovazione realizzabile

Organizzazione della scuola

di Ottavio Fattorini e Lidia Cangemi | del 12/10/2015 | 73

Avviato dallo scorso settembre nei Licei Scientifici Statali "A. Labriola" e "J. F. Kennedy" di Roma, il progetto DADA è una sostanziale innovazione pedagogico-didattica e organizzativa, che si pone l'obiettivo di coniugare l'alta qualità dell'insegnamento liceale italiano con la funzionalità organizzativa di matrice anglosassone. Gli istituti funzionano sulla base dell'aula-ambiente di appren continua..

I precari esclusi

I precari esclusi

Organizzazione della scuola

di Mario Angelini | del 08/07/2015 | 6

Uno degli obiettivi del Governo con il disegno di legge sulla “Buona Scuola” è eliminare le graduatorie provinciali dei supplenti, decretando il definitivo superamento della stagione del precariato scolastico in Italia. Questa soluzione è certamente condivisibile, in quanto consentirà ad un numero cospicuo di docenti (se ne prevedono 100.703 inclusi nelle liste dei precari della scuola primaria, continua..

I dirigenti scolastici della “Buona scuola”

I dirigenti scolastici della “Buona scuola”

Politiche educative

di Dario Missaglia | del 09/06/2015 | 3

La “buona scuola” è un progetto non semplice da decifrare. Da una parte infatti, dopo lunghi anni di tagli, la riforma si presenta come una manovra espansiva sia sulle risorse generali sia sull’incremento del personale da assumere, dall’altra nell’art. 21, elenca una lunga e importantissima serie di materie di delega, delle quali conosciamo solo i titoli, che impegneranno il Governo (con il parere continua..

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Gli Speciali

In un unico file il meglio di education 2.0 da scaricare.

pdf

Scarica le raccolte dei nostri articoli piu belli, i commenti piu interessanti, i contributi della community, i saggi.

Testata registrata presso il Tribunale di Milano, registrazione n. 262 del 3 giugno 2009. Copyright 2016 © Rizzoli Libri S.p.A. Sede Legale via Bianca di Savoia, 12 - 20122 Milano - Capitale Sociale € 42.405.000 - Registro Imprese e Codice Fiscale / Partita IVA n. 05877160159 - R.E.A. 1045223 - Soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. | | Per la pubblicità su Education 2.0 scrivi a redazione@educationduepuntozero.it - Gruppo Mondadori | Cookie policy e privacy