Città educativa

Inclusione, intercultura, educazione informale e non-formale. Attraverso lo sguardo sulle città, i luoghi dove più si apprende, che educano a esplorare, capire, dibattere, provare, incontrare, domandare.

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

“La città invisibile”: contro la mafia che teme l’educazione più delle denunce

“La città invisibile”: contro la mafia che teme l’educazione più delle denunce

Città educativa

di Alfia Milazzo | del 10/02/2014 | 2

Abbiamo fondato “La città invisibile” nel 2009 per “salvare” i bambini dal degrado attraverso l’offerta culturale più alta. La “Scuola di vita e orchestra Falcone Borsellino” è un percorso didattico fondato sulla formazione orchestrale e sulle altre arti – quali la poesia – per aiutare i bambini a crescere bene insieme, nel rispetto delle regole. I minori sono inseriti gratuitamente in un circuito continua..

Non è Elena a doversi adattare. I BES tra realtà e finzione

Non è Elena a doversi adattare. I BES tra realtà e finzione

Città educativa

di Paola Conti | del 14/01/2014 | 19

Due anni fa nella sezione scolastica dove lavoro è stata inserita una bambina di sei anni che era stata trattenuta nella scuola dell’infanzia in virtù di una diagnosi piuttosto pesante che indicava forti carenze sul piano cognitivo e su quello relazionale. Infatti Elena (la chiameremo così) urlava, era aggressiva nei confronti dei compagni, tentava di scappare e presentava un uso del linguaggio mo continua..

C’è anche un’altra Prato, italiana e cinese, ed è nelle scuole

C’è anche un’altra Prato, italiana e cinese, ed è nelle scuole

Città educativa

di Fiorella Farinelli | del 06/12/2013 | 10

C’è anche un’altra Prato, cinese e italiana, ed è nelle sue scuole. Nel 2012 all’Istituto Tecnico Dagomari gli iscritti “non italiani” erano 476 su 910, il 52,3%. Un record nel record più generale del sistema scolastico pratese che col suo 19,9% medio di studenti di origine straniera – uno su cinque – si piazza avanti alla top five delle province di Piacenza, Mantova, Cremona, Reggio Emilia, Moden continua..

Classi separate per gli immigrati? C’è chi dice no

Classi separate per gli immigrati? C’è chi dice no

Città educativa

di Andrea Turchi | del 30/10/2013 | 3

Quel che colpisce negli approcci “economicistici” alla scuola è la tendenza a considerare i fatti sociali come elementi manipolabili e separabili in componenti, in qualunque contesto si manifestino. I fatti sociali, che pure si presentano complessi e quindi sovradeterminati, sarebbero manipolabili a piacere, a seconda del bisogno. Questa posizione è evidente nell’articolo di Andrea Ichino “Per og continua..

BES o non BES? Questo è il problema?

BES o non BES? Questo è il problema?

Città educativa

di Claudio Imprudente | del 03/07/2013 | 16

Scuole chiuse, dibattiti aperti. Per la gioia di molti studenti anche per quest’anno è andata. La scuola è finita, rimane qualche maturando alle prese con gli orali, poi i nostri ragazzi penseranno a godersi questa caldissima estate. Ancora una volta ci troviamo a tirare le somme, a fare considerazioni. Lo scorso settembre avevo scritto alcune riflessioni sulla drammatica situazione economica dell continua..

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

Gli Speciali

In un unico file il meglio di education 2.0 da scaricare.

pdf

Scarica le raccolte dei nostri articoli piu belli, i commenti piu interessanti, i contributi della community, i saggi.

Testata registrata presso il Tribunale di Milano, registrazione n. 262 del 3 giugno 2009. Copyright 2016 © Rizzoli Libri S.p.A. Sede Legale via Bianca di Savoia, 12 - 20122 Milano - Capitale Sociale € 42.405.000 - Registro Imprese e Codice Fiscale / Partita IVA n. 05877160159 - R.E.A. 1045223 - Soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. | | Per la pubblicità su Education 2.0 scrivi a redazione@educationduepuntozero.it - Gruppo Mondadori | Cookie policy e privacy