Città educativa

Inclusione, intercultura, educazione informale e non-formale. Attraverso lo sguardo sulle città, i luoghi dove più si apprende, che educano a esplorare, capire, dibattere, provare, incontrare, domandare.

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

Che fare per la vera integrazione

Che fare per la vera integrazione

Città educativa

di Fiorella Farinelli | del 09/04/2010 |

Nelle aree del Centro-Nord sta crescendo il ruolo del privato sociale nell’apprendimento dell’italiano lingua 2 per gli stranieri immigrati. Alla Rete delle “scuole migranti”di Roma, costituitasi solo un anno fa, partecipano ormai 24 associazioni laiche e religiose (cattoliche e protestanti), fanno riferimento alcuni CTP, la più importante università popolare della città, l’Ufficio Intercultura de continua..

Quote raccomandate di alunni “stranieri”: integrazione?

Quote raccomandate di alunni “stranieri”: integrazione?

Città educativa

di Francesco Cappelli | del 15/02/2010 |

Il fenomeno migratorio interessa in particolare la città di Milano, perché, al pari di altre città del nord, offre lavoro. Nel tempo gruppi sempre più numerosi di cittadini di nazionalità “altra” rispetto all’Italia, vi hanno eletto il loro luogo di lavoro e domicilio. Appena la situazione ha offerto parvenze di stabilità, le famiglie e i figli sono stati richiamati, altri figli sono nati ed è cre continua..

Rapporto Commissione De Rita: il futuro della formazione è diverso dall’ideologia di Sacconi

Rapporto Commissione De Rita: il futuro della formazione è diverso dall’ideologia di Sacconi

Città educativa

di Fabrizio Dacrema | del 02/02/2010 |

La Commissione De Rita è stata attivata nella primavera 2009 dal Ministro del Lavoro Sacconi con l’obiettivo di realizzare un’indagine sulla formazione in Italia che rappresentasse lo sfondo e il supporto delle politiche formative del governo. L’ampio lavoro di analisi e proposta messo a punto dalla Commissione – composta da esperti della materia, ricercatori ISFOL e Censis, dirigenti e consulenti continua..

Immigrazione e ambienti di apprendimento: quali metodi d’indagine?

Immigrazione e ambienti di apprendimento: quali metodi d’indagine?

Città educativa

di Borelli Iacomini e Mezzetti | del 20/01/2010 |

Una nuova ipotesi di ricerca. L’inizio e la chiusura dell’anno scolastico costituiscono ormai da tempo un momento in cui si presentano cifre, numeri e statistiche. Tra fine giugno e inizio luglio la riflessione si concentra sui dati relativi agli esiti finali; mentre le cifre di gran lunga più discusse in prossimità dell’inizio della scuola riguardano la quantità di bambini e di ragazzi migranti c continua..

Safety and security

Safety and security

Città educativa

di Lucia Cucciarelli | del 18/01/2010 |

Gentili lettori questo è un articolo di prova. Provate a valutare un’ipotesi di intervento territoriale sulla sicurezza a 360° che unisce tutti gli aspetti che convogliano attenzioni e azioni sulla salute, prevenzione al tabagismo e all’alcolismo, cura e nuove tipologie di relazione con bambini e adulti trapiantati d’organo, sicurezza sul luogo di lavoro che spesso è l’aula o il laboratorio didatt continua..

pagine 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

Gli Speciali

In un unico file il meglio di education 2.0 da scaricare.

pdf

Scarica le raccolte dei nostri articoli piu belli, i commenti piu interessanti, i contributi della community, i saggi.

Testata registrata presso il Tribunale di Milano, registrazione n. 262 del 3 giugno 2009. Copyright 2016 © Rizzoli Libri S.p.A. Sede Legale via Bianca di Savoia, 12 - 20122 Milano - Capitale Sociale € 42.405.000 - Registro Imprese e Codice Fiscale / Partita IVA n. 05877160159 - R.E.A. 1045223 - Soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. | | Per la pubblicità su Education 2.0 scrivi a redazione@educationduepuntozero.it - Gruppo Mondadori | Cookie policy e privacy